C’E DELLA GLORIA NEL NON ESSERE COMPRESI

Ho scelto di fare la giornalista perché mi piace scrivere, sono curiosa e abbastanza brava nei rapporti interpersonali. L’idea non era quella di lavorare nello sport ma poi ci sono capitata, quasi per caso, e dal 1998 lo sport é diventato un pò la mia vita. Dico un pò perchè non sono una di quelle persone che vive per lavorare e nemmeno che smania per essere protagonista. Mi diverto nel fare quello che faccio perchè quello che faccio lo faccio con passione ma qualcuno ultimamente si sente in diritto di insultarmi, o di prendersi la libertà di lasciare scritte di ogni genere davanti al portone di casa mia.

Questo solo perchè ho scritto libri con il presidente del Palermo, con ex giocatori della Roma per poi passare ad un ex giocatore della Lazio. Questo voi lo trovate strano, invece io credo sia la normalità di un professionista. E per questo motivo mi sono presa della “Zoccola”, insulti di tutti i tipi, minacce perchè considerata tifosa romanista dai laziali e ultra laziale dai tifosi della Roma.
Voi che fate questo un po vigliacchi lo siete e per quanto mi riguarda potete continuare con i vostri giochetti colorando la mia macchina o il cancello di casa ma sappiate che non permetto a nessuno di insultare il mio lavoro o di supporre che quando scrivo io sia in malafede. Se ho una notizia o un indiscrezione o semplicemente una mia opinione personale io continuerò a scriverla o parlarne e non ci sarà nessuno che potrà farmi tornare indietro. E giusto per essere precisi sono romana e come tale amo la mia città e la Roma, squadra che amavano i miei nonni e simpatizzo per l’altra sponda perché, mio padre, l’uomo più importante della mia vita é laziale. Ho scritto l’autobiografia del Bomber Roberto Pruzzo e quella di Sandro Tovalieri con il quale ho vinto il Premio Ghirelli. E poi ho scritto un bel romanzo con Fernando Orsi ex portiere della Lazio. E non mi tirerei certo indietro se mi dovesse capitare di scrivere la biografia di un calciatore di un’altra squadra. Questa si chiama libertà, può piacervi o no, potete comprare il libro o non comprarlo questa è l’unica libertà che avete. Gli insulti non sono contemplati.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *